Poste Italiane

You are here:
Una rete che unisce il Paese 

 

Con 159 anni dstoria, 12.800 Uffici Postali, circa 125.000 dipendenti, 572 miliardi di euro di attività finanziarie totali e 35 milioni di clienti, il Gruppo Poste Italiane costituisce la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia, attiva nei settori logistica, corrispondenza e pacchi, nei servizi finanziari e assicurativi, nei sistemi di pagamento e nella telefonia.

il Gruppo fornisce un importante contributo al tessuto economico, sociale e produttivo del Paese e rappresenta una realtà unica per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte della clientela.

Le sue attività, che nel 2020 hanno generato un fatturato di circa 10,5 miliardi di euro, producono significativi impatti sull’economia nazionale, in termini di Prodotto Interno Lordo, gettito fiscale, occupazione e reddito delle famiglie.

Poste Italiane nel marzo 2021 ha lanciato il nuovo Piano Strategico 2024 Sustain & Innovate (24SI) con l’obiettivo di massimizzare ulteriormente il valore della propria rete distributiva omnicanale e diventare il punto di accesso unico per tutte le esigenze degli oltre 35 milioni di clienti. Il Piano prevede Ricavi di Gruppo in crescita a 12,7 miliardi di euro nel 2024, un aumento dell’Utile netto a 1,6 miliardi di euro nel 2024 (+33% rispetto al 2020), una politica dei dividendi competitiva e sostenibile, e oltre 3 miliardi di euro di investimenti, la maggior parte dei quali per sostenere il processo di innovazione e trasformazione aziendale.

Con il Piano 2024 Sustain & Innovate, il Gruppo punta a diventare il primo operatore nel settore dei pacchi e-commerce, intende consolidare la propria leadership nei pagamenti digitali ed essere il principale punto di riferimento dei clienti nei servizi finanziari e assicurativi. Il Piano, infine, rinnova l’impegno di Poste a supporto dei territori e del Paese, accanto alle Istituzioni, e mantiene la Sostenibilità al centro delle strategie, con l’obiettivo di rendere Poste Italiane un’azienda a zero emissioni entro il 2030.

Quotata alla Borsa di Milano dal 2015, Poste Italiane ha un flottante di circa il 35%; il 65% circa delle azioni è poi ripartito tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che ne detiene una quota del 29,26%, e da Cassa depositi e prestiti che possiede una quota del 35%.

Maria Bianca Farina è Presidente, Matteo del Fante Amministratore Delegato e Direttore Generale, Giuseppe Lasco è Condirettore Generale di Poste Italiane.

Scopri di più, visita il sito!